feb 13

«Ho avuto solo paura di morire, c’era una pistola puntata verso di me>>

Sono queste le parole che vi devono fare riflettere: avere paura di morire perché stai svolgendo il tuo lavoro, perché il tuo lavoro ti porta ad avere una cassa con del denaro liquido,denaro che in questo mondo di balordi fa gola.

Paura di morire, in questo mondo alla rovescia, dove ti uccidono anche per pochi spiccioli, e quando si ha paura di morire non è più vita.

Aveva paura di morire, Giovanni Petrali, il tabaccaio imputato di omicidio volontario e tentato omicidio, che nel 2003 ha ucciso un rapinatore e ferito un suo complice, durante una rapina nel suo bar tabacchi di piazzale Baracca a Milano.

Per i Celti, il furto era il male di tutti mali, l’unico reato punibile con la pena di morte: perché rubando qualcosa, qualsiasi cosa rubi il futuro dell’altro.

Non stiamo istigando alla violenza, ma si deve sapere che se decidi di non andare onestamente a lavorare
e preferisci andare a rapinare gli onesti commercianti, puoi anche ritrovarti quello che se ha la pistola ti spara, per difendersi, per difendere il suo negozio, la sua attività, la sua vita, la sua famiglia.

Perché nessuno ti spara se vai onestamente a lavorare in fabbrica ma qualcuno ti può sparare per difendersi se tu provi a rapinarlo.

E che questo si chiama legittima difesa.

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Politica
Il: 13 02 2009| Nessun Commento »
gen 30

L’atto criminale di Guidonia, che ancora una volta ha visto protagonisti dei rumeni, che hanno usato violenza nei confronti di una ragazza dopo aver pestato il suo compagno, ma anche i fatti di Lampedusa, dove è apparso quanto meno singolare che immigrati clandestini in attesa di rimpatrio, manifestassero fianco a fianco con gli isolani, sono il frutto della scellerata politica d’apertura verso ogni tipo di immigrazione posta in atto nei due anni del Governo Prodi in cui è stata sostanzialmente disapplicata la legge Bossi-Fini e non è stata confermata la moratoria (procrastinabile fino al 2011) per l’ingresso nel nostro paese dei cittadini bulgari e rumeni. Come è noto la sicurezza dei cittadini è stata al centro del dibattito politico nel corso dell’ultima campagna elettorale per le Politiche e, una volta insediatosi a Palazzo Chigi, l’esecutivo non si è certo dimenticato degli impegni. Prova ne è il fatto che uno dei primi provvedimenti adottati con urgenza, per l’approvazione del quale la Lega Nord si è impegnata al massimo, è stato proprio quello sulla Sicurezza.
Leggi tutto l’articolo »

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Politica
Il: 30 01 2009| Nessun Commento »