feb 21

Quella appena trascorsa è stata una brutta mattinata a Landriano. Uno dei due filari di alberi che percorreva via Milano è infatti stato abbattuto senza alcuna motivazione plausibile. Alberi cari ai landrianini, sotto i quali potevano passeggiare tranquillamente all’ombra anche in piena estate. Forse qualche pianta sarà stata malata, forse correva il pericolo di cadere nella roggia adiacente, ma quello che stupisce tutti noi è stata la decisione di abbattere una quarantina di alberi completamente e in una volta sola. Possibile fossero tutti malati e pericolanti?

Non possiamo che giudicare pessima l’idea di eseguire questo genere di operazioni il sabato mattina, visto l’elevato numero di persone che si dirigono verso il mercato percorrendo quel tratto di via Milano. Non solo: la segnaletica e le precauzioni in merito alla sicurezza dei lavoratori e dei passanti sono state palesemente inadeguate. Ciliegina sulla torta il cingolato che durante i lavori ha ovviamente rovinato parte della pavimentazione stradale.

Nel 1952 Adlai Stevenson disse di Nixon. “E’ il tipo di politico capace di tagliare un albero in fiore e poi salire sul tronco e tenere un discorso sulla conservazione”: una citazione che calza a pennello sul Sindaco di Landriano. Stando all’umore dei cittadini, in molti finalmente se ne sono accorti.

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Locale, Lega Nord
Il: 21 02 2009| Nessun Commento »
dic 4

Image Hosted by ImageShack.usApprendiamo dalla stampa che il Comune ha iniziato ora la ricerca di nuovi spalatori. Come già denunciato in passato, e come direbbe il buon senso, crediamo questo genere di reclutamento debba essere fatto con largo anticipo evitando di aspettare l’ultimo momento. Suona ora ridicolo cercare spalatori quando ormai la prima neve è già caduta.

Stonata anche l’ordinanza che impone ai landrianini la pulizia di strade e marciapiedi. Il Comune dovrebbe dare prima di tutto il buon esempio, attrezzandosi per tempo, e solo in secondo luogo chiedere la collaborazione della cittadinanza, evitando i toni minacciosi dell’ordinanza stessa. Anzichè buttare via i soldi nei manifesti pro Obama, si sarebbe potuto ad esempio distribuire ai proprietari di case le “sostanze antisdrucciolo” citate come obbligatorie nell’ordinanza: sicuramente un gesto per incoraggiare i landrianini alla partecipazione attiva nel tenere in ordine le vie del paese.

Ci risulta infine che molti dei cumuli di neve rimasti nelle strade per giorni e giorni, fatto unico in tutto il circondario, siano stati causati proprio dai mezzi spazzaneve ingaggiati dal Comune. Un fatto che indispettisce, perchè da una parte si pretende un comportamento virtuoso da parte dei cittadini, mentre dall’altra si dimostra un pressapochismo che è la costante di questa amministrazione.

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Locale
Il: 4 12 2008| Nessun Commento »
ott 31

Desideriamo dare risposta a chi ci chiede una presa di posizione in merito alle prossime elezioni amministrative. La Lega Nord c’è e ci sarà: questo è un dato certo.

Abbiamo assistito con un certo distacco agli stucchevoli battibecchi tra gli ex amici per la pelle Aguzzi e Bernardini che hanno portato come tutti si aspettavano alla creazione di due liste. Due liste che si professano “civiche” perchè non hanno il coraggio di ammettere in maniera chiara e netta di essere di sinistra nonchè figlie di quell’ectoplasma politico che è il PD.

Da una parte Aguzzi che è al governo da ben 3 mandati, dall’altra la Bernadini che è stata a braccetto con l’attuale sindaco per ben dieci anni. La stessa Bernardini che ora strepita contro Aguzzi, ha però abbandonato il proprio posto in consiglio comunale quando poteva ed aveva il dovere morale di denunciare pubblicamente quanto afferma ora.

La Lega Nord è oggi l’unico movimento che si propone a Landriano come rappresentate del centro destra. Ci siamo sempre posti in maniera cristallina ai nostri concittadini avendo fatto ininterrottamente opposizione sia ad Aguzzi che alla Bernardini. Smentiamo pertanto ogni possibilità di accordi di qualsiasi genere con partiti, movimenti o liste civiche di sinistra. Non diamo alcuna fiducia a chi cerca una nuova “verginità politica” ed a chi si permette di insultare quotidianamente il lavoro che i nostri ministri stanno facendo su temi di prima importanza come sicurezza e federalismo. Il nostro programma porterà avanti i valori ai quali crediamo da sempre e che la maggioranza dei landrianini ha dimostrato di condividere nelle elezioni politiche dello scorso Aprile.

Per la prossima elezione del sindaco il movimento della Lega Nord scende quindi in campo e si propone come interlocutore e elemento di aggregazione di tutte quelle realtà che si riconoscono, per valori morali, cristiani e politici, nel centro destra. Il candidato? Abbiamo ovviamente le nostre proposte, ma le valuteremo solo dopo un confronto aperto e sincero con la società civile e le eventuali altre realtà del centro destra.

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Politica
Il: 31 10 2008| Nessun Commento »
ott 28

Apprendiamo da La Provincia Pavese l’ennesima pagliacciata di questa Amministrazione. Come altro definire il comportamento di chi prima spende soldi pubblici, e poi chiede ad un esiguo numero di cittadini cosa preferisce?

Non è un comportamento serio e responsabile spendere 450.000 euro in lavori stradali, e poi porre la domanda “cosa volete fare?” Prima si fanno le domande, e poi si incomincia a lavorare: crediamo che in ogni famiglia intelligente le decisioni vengano prese in questo modo.

Assolutamente opinabile la scelta di effettuare un “sondaggio telefonico”, che a quanto pare non è certificato in alcun modo e non dà alcuna garanzia a proposito della scientificità sul campione scelto o sui risultati. Secondo i dati che abbiamo letto non sarebbero stati contattati meno del 10% di cittadini. E tutti gli altri 5000 abitanti di Landriano? Loro non hanno voce in capitolo? Cosa dire poi di chi non ha una linea telefonica fissa e non ha avuto la possibilità di essere interpellato?

E’ evidente che questa operazione non è nient’altro che un modo per creare un falso consenso di fronte ad una scelta che doveva essere fatta dai Landrianini negli scorsi mesi, non certo ora a giochi fatti. Ancora più evidente è il gesto di dare il “contentino” al popolo, facendogli credere di poter scegliere quando non è affatto così.

La domanda che ci poniamo è perchè i Landrianini allora non siano stati interpellati anche su scelte decisamente più importanti che hanno reso la qualità della vita del nostro paese radicalmente cambiata rispetto a quello che era solo 15 anni fa. Perchè è stato dato un secco rifiuto quando i Landrianini chiedevano in maniera civile e democratica un referendum popolare mentre oggi si fanno i sondaggini telefonici? La risposta, purtroppo, la conosciamo tutti.

Il Direttivo Lega Nord Landriano

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Locale, Informazione Politica, Lega Nord
Il: 28 10 2008| Nessun Commento »