mar 28

Image Hosted by ImageShack.us

Per non avere più paura di vivere nelle nostre case, di passeggiare sulle nostre strade, di lavorare nei nostri esercizi commerciali. Per garantire la nostra incolumità e quella delle nostre famiglie.

Clicca sull’immagine per avere il volantino da stampare e distribuire a tutti i tuoi conoscenti!

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Locale, Lega Nord
Il: 28 03 2009| Nessun Commento »
mar 24

La nascita del Pdl, inteso come unico punto di riferimento per gli elettori di Forza Italia e Alleanza Nazionale e non più solo come partito unico in Parlamento, è senza dubbio un grosso contributo alla semplificazione del quadro politico, iniziata già più di un anno fa e conclamata poi dal risultato elettorale delle Politiche dello scorso anno. In molti si chiedono cosa cambierà adesso nei rapporti con la Lega Nord e se il nostro movimento trarrà un vantaggio elettorale dalla suddetta fusione.

Sul primo punto riteniamo che non ci saranno grossi cambiamenti, considerato che già da un anno, ma anche nella XIV legislatura e poi dalle fila dell‘opposizione nei due anni di governo Prodi, il centrodestra e la Lega hanno dato prova di coesione non solo elettorale ma anche programmatica, che si è poi tradotta in un’efficace azione di governo. Certo, non sono mancati momenti di confronto, qualche volta anche animato, ma questo fa parte della dialettica politica, e più in generale della democrazia, e sarebbe davvero inusuale se non esistesse. Inoltre, la consolidata alleanza tra il Carroccio, da un lato, e Berlusconi e Fini dall’altro, non è stata né dettata da compromessi dell’ultima ora né improntata alla gestione dell’ordinario.

La storia della Repubblica insegna che non tutti i governi sono stati uguali per ambizioni, forza della maggioranza che li sosteneva, carisma dei presidenti del Consiglio e dei segretari dei partiti che appoggiavano l’esecutivo, contesti politici nazionali ed internazionali nei quali si trovavano ad operare. Lega e Pdl, insomma, non hanno mai governato per la gestione dell’ordinario, né tanto meno per il mantenimento del potere a fini clientelari, ma per cambiare davvero un sistema istituzionale che ha dimostrato di non essere più all’altezza delle sfide, economiche e sociali, dei nostri tempi.

In tal senso, ne siamo certi, la fusione del partito del premier con quello del presidente della Camera non può che contribuire ad accelerare le riforme che, oltre a quella determinante del federalismo, in futuro potrebbero anche riguardare quelle costituzionali, come il Senato federale e i nuovi compiti del parlamento. Per quanto riguarda poi il secondo punto, e cioè se la Lega trarrà un vantaggio elettorale dalla nascita del nuovo partito, condividiamo le parole del presidente del gruppo parlamentare del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, quando dice che “la concorrenza è l’anima della vita, anche in politica”.

Aggiungiamo che la Lega Nord non ha paura di concorrere né con il Pdl né con altre forze politiche, a maggior ragione poi se si tratta di confrontarsi sui temi che ci stanno più a cuore, come il decentramento politico e amministrativo delle istituzioni, la sicurezza dei cittadini, la valorizzazione delle specificità locali. Su queste battaglie, che costituiscono peraltro il nostro DNA da sempre, siamo disposti a confrontarci con tutti gli attori del sistema politico,nell’esclusivo interesse dei cittadini padani.

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Politica
Il: 24 03 2009| Nessun Commento »
mar 23

Vi ricordate l’ultima campagna elettorale? Si? Vi ricordate allora qual’era il grido di battaglia?

SI-CU-REZ-ZA e tutti d’accordo i politici in odore di poltrona. Vi ricordate?

Bene… Guardate un po’ cosa succede ora, dopo che sono stati eletti coi vostri voti, con i voti di chi vuole più sicurezza…

Fanno di tutto per ostacolare quelli come noi della Lega che da sempre lottiamo per questo e che forti dei vostri voti stiamo cercando tutte le strade per rendere più sicure le nostre strade… e scusate il giro di parole.

Come questi questi 101 fenomeni… che ora, dopo che il Senato ha già dato l’ok, stanno facendo marcia indietro e hanno iniziato coi balletti ..ma si però… poverini… allora ribadiamo il concetto: o la sicure la si vuole e la si fa o si cambia bandiera!

E ricordatevelo.. voi che andrete a votare il prossimo giugno che ci sono i barlafuss che promettono e poi non mantengono. E poi ci sono quelli seri, quelli della Lega, che nonostante tutto e tutti continuano a combattere per darvela questa sicurezza.

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Politica
Il: 23 03 2009| Nessun Commento »
mar 11

E’ senza mezzi termini la dichiarazione di Gigi Codazza, consigliere di minoranza a Landriano. “Abbiamo capito tutti che la campagna elettorale dell’attuale Sindaco è iniziata già da mesi, ma questo è troppo. I cittadini verranno chiamati per l’ennesima volta a firmare una petizione popolare che sancisce di fatto l’incapacità dell’attuale amministrazione ad avere rapporti fruttosi con le altre realtà amministrative e produttive.”

“Prendiamo il caso delle Poste. Il Sindaco ha propagandato per anni come suo vanto l’aumento di abitanti di Landriano. Una programmazione saggia avrebbe coinvolto le stesse Poste, avvisandole per tempo di quanto stava avvenendo nel nostro Comune, cercando di concordare nuovi impiegati e un nuovo ufficio. Invece no, il Sindaco è intervenuto solo quando la situazione è diventata esplosiva, cavalcando una battaglia per la quale noi crediamo anche lui sia uno dei diretti responsabili. Successivamente, vista la propria manifesta incapacità di avere un confronto serio con le Poste, ha cercato l’appoggio popolare. Ma è degno di un Sindaco comportarsi in questo modo?”

Codazza continua sulla campagna elettorale. “Ormai anche i più sprovveduti hanno capito che da oggi a Giugno vedremo altre petizioni popolari organizzate dall’attuale Sindaco. Se la prenderà ancora contro le Poste, poi contro la Provincia, contro la Regione, contro l’Asm, contro l’Asl contro Tremonti e Maroni, e con chissà quanti altri enti, aziende o ministri, pur di lavarsi le mani dai problemi che non è stato in grado di risolvere. Potremmo abbassarci al suo livello organizzando una Petizione Popolare contro l’abbattimento selvaggio degli alberi, oppure per il dissesto stradale delle vie di Landriano. Non lo faremo, perchè siamo già al lavoro per cercare di risolvere i danni che questa amministrazione ha provocato.”

icon1 Scritto da: Lega Nord Landriano | In: Informazione Politica
Il: 11 03 2009| Nessun Commento »