Lega Nord Landriano
Mar
5

Veltroni ha escluso il Nord dal suo programma

"Probabilmente Veltroni pensa che gli elettori del Nord siano dei gonzi da imbonire con delle candidature di facciata, ma questa è solo politica dell'immagine. Gli elettori del Nord si aspettano dei fatti concreti e sapranno giudicare il programma del Pd nel quale il Nord non esiste". Lo ha dichiarato il Presidente dei senatori della Lega Nord, Roberto Castelli. "Basta leggere il programma del Pd - continua il presidente della Lega Lombarda - per scoprire che il Nord è citato solo 4 volte, di cui una si riferisce al Nord Africa. Assolutamente nulla invece su Malpensa, Pedemontana e Brebemi. La questione settentrionale per il Pd non esiste. Si cita una sola volta il federalismo fiscale, ma di riforma federale dello stato non vi è traccia. Non ci si stupisca che la Lega che è l'unica forza politica che si occupa della questione settentrionale - conclude Castelli - prenderà tanti voti alle prossime elezioni".
Pd,solo una compagnia di giro - Polemizza con l'ex sindacodi Roma, anche il vice-capogruppo leghista alla Camera, RobertoCota: “Tra soprammobili, riciclati vari, candidature spot e nomination ad affetto, più che un partito politico, il Pd sembra una compagnia di giro”, ha dichiarato Cota, in riferimento alla polemica del ministro Bonino, che annuncia che non si candiderà in Piemonte. “La verità è che l’incompatibilità tra i candidati del pd e i radicali è figlia della totale inconsistenza dei programmi”.

Articoli simili:

Scritto in Informazione |

Iviate un commento

Nota bene: E' abilitata la moderazione dei commenti. Il vostro commento dovrà essere approvato prima di essere pubblicato.