Lega Nord Landriano
Gen
16

Landriano: Un futuro di inquinamento e caos

Riportiamo il comunicato stampa No Log.S. pubblicato su Globalproject.info

Quando gli interessi di “cassa” hanno la precedenza sul bene comune e la collettività.

Negli ultimi anni molte persone sono uscite dalle città, scegliendo per se e per i propri figli di abitare in un paese più vivibile (e meno caro), disposti anche a fare i pendolari: ma attenzione, con furbizia e nel silenzio generale L’Amministrazione comunale sta portando avanti delle scelte che avranno conseguenze drammatiche sulla vita di ciascuno e dell’intero territorio.

Il Comune di Landriano, infatti, è stato l’unico dei comuni della zona ad accettare sul proprio territorio l’insediamento di enormi logistiche (1.700.000 mc).

I comuni limitrofi, pur consapevoli dei vantaggi economici di una tale proposta per le casse comunali, hanno rifiutato con senso di responsabilità per privilegiare la salvaguardia del territorio, dell’ambiente e della qualità della vita dei propri cittadini.

Se dovessero realizzarsi le due logistiche previste nella Variante al Piano Regolatore, oltre a quella già realizzata (CABLOG) più di 150.000 camion e Tir attraverseranno ogni anno il nostro territorio con gravi conseguenze su inquinamento, traffico e salute degli abitanti.

Non crediamo che sia questo il tipo di sviluppo compatibile con le caratteristiche dei nostri territori e della nostra vita.

Non crediamo nemmeno alle false promesse di posti di lavoro, sappiamo infatti che all’interno di queste logistiche il personale è gestito dalle cooperative e dalle agenzie di lavoro interinale, con forme di sfruttamento più o meno legalizzate, che tradotto vuol dire: lavoro precario.

Decisioni così importanti, che modificano così profondamente l’ambiente, il territorio e la vita dei cittadini non possono essere prese senza un processo di partecipazione e decisione collettiva.

L’Amministrazione comunale, per rispetto dei cittadini e degli abitanti del territorio coinvolto, deve al più presto avviare un confronto pubblico per verificare se scelte che comportano trasformazioni così radicali (scelte non contemplate nei programmi elettorali) siano realmente condivise dai cittadini. La raccolta firme promossa dal Comitato No Log.s. sta dimostrando l’esatto contrario.

Per questi motivi sabato mattina saremo in piazza per dar vita ad una manifestazione contro le logistiche selvagge e le scellerate decisioni del “comitato d’affari” comunale.

Sabato 19 Gennaio 2008
Ore 10 Piazzale del Centro Commerciale
Manifestazione a Landriano

Ambiente e Salute non hanno prezzo : no alle logistiche!

Comitato No Log.S.
Landriano (Pavia)

Articoli simili:

Scritto in Informazione Locale |

Iviate un commento

Nota bene: E' abilitata la moderazione dei commenti. Il vostro commento dovrà essere approvato prima di essere pubblicato.